DI SPORT E CAMPIONI DEL MONDO

Una lezione di vita che non ti aspettavi

14 Dicembre 2015 da nella categoria racconti di vita con 0 e 0

Elisa-Di-Francisca-Londra2012-anteprima-600x581-728436Io e lo sport siamo su due pianeti che non si possono neanche definire distanti, ma piuttosto su galassie differenti.

Da piccola non ne ho mai praticato uno. Ho provato una lezione di danza e ho capito subito che la grazia non faceva per me, che le mie gambe non avrebbero mai raggiunto quelle spaccate e piroette e che, soprattutto, non avrei mai e poi mai voluto indossare un tutu o una calzamaglia!

Poi è stato il turno dell’atletica. Alla scuola elementare il buon maestro Gennaro ci aveva iscritti tutti ai giochi della gioventù e…il risultato della mia staffetta viene ricordato in famiglia quando mi vogliono sbeffeggiare!

Ricordo vagamente un tentativo fatto anche con la pallavolo fallito miseramente alla prima pallonata in faccia.

Al liceo partecipavo alle partite della classe, ma solo perché serviva un certo numero…era chiaro per la schiacciatrice avversaria che doveva mirare su di me per far punto!

Potete immaginare il mio sbigottimento quando Linda mi ha detto, con tutta la certezza che solo un bambino di sette anni può avere, “Voglio fare scherma!”. Io a malapena avevo sentito parlare di un club scherma in città ma, tempo qualche WhatsApp a varie mamme, e avevamo tutte le informazioni.

Da settembre due volte a settimana Linda corre agli allenamenti, non scrivo corre tanto per dire, ma nel vero senso della parola! E’ felice di andare, si diverte, torna a casa carica di energia e continua a saltellare per mezz’ora. Non è assolutamente un portento, spesso più che un fioretto sembra che manovri una scimitarra, ma l’entusiasmo è fortissimo. Io la guardo sbalordita, non riconoscendo questa dedizione ad un’attività sportiva che non ho mai posseduto e domenica ci siamo presentati alla prima gara della nostra vita pensando (perlomeno io) che sarebbe stato un lungo, lunghssimo pomeriggio.

Siamo approdati al palazzetto della scherma di Jesi riposseduto da un’ orda di bambini armati.

Abbiamo affrontato due gironi da quattro incontri ciascuno tutti strapersi.

Abbiamo messo a segno qualche stoccata che ci ha risollevato il morale.

Abbiamo tifato con orgoglio le compagne di allenamento più grandi che hanno vinto.

Abbiamo atteso fino alla fine la nostra tanto ambita coppa, consapevoli che sarebbero stati premiati tutti comunque perché l’importante è partecipare.

Ci siamo divertiti, emozionati, appassionati come mai avremmo pensato.

Abbiamo appreso una lezione da una campionessa del mondo che non ci aspettavamo…

Parlo di una strepitosa Elisa Di Francisca (campionessa del mondo, olimpionica ecc. ecc.) che ha entusiasmato i bambini con la sua estrema disponibilità, simpatia ed educazione.  L’ho vista premiare, baciare tutti i bambini proprio tutti, firmare autografi, fare foto, scambiare chiacchiere, stringere mani , aiutare la bassa manovalanza sempre sorridente ed entusiasta.

Linda uscendo ha detto che le piacerebbe diventare come lei e io mi sono un po’ commossa. Mi sono commossa perché dovrebbe essere sempre così, un campione che diventa un tuo mito non solo perché vince, ma perché ti dona qualcosa, perché ti appassiona e ti emoziona.

Grazie Elisa e grazie Linda che sogni in grande e ti diverti senza tener conto del risultato.

 

Aggiungi Commento

© 2022
Easy Mum di Francesca Prosperi | P.IVA 02657280422 | Web Design by C3DM